CONDIVIDI
Ginestracandida
Ginestracandida

Ripacandida, 2014-01-14 – La capolista Ginestracandida vince, pur senza giocare bene. Il campo pesante ha sicuramente influito sul gioco. Alla presenza di un discreto pubblico e del presidente degli arbitri regionale, l’Avv. Di Ciommo, la partita, diretta da Lorusso di Potenza, si è risolta nella ripresa, dove la migliore tecnica dei locali ha prevalso su un complesso che non ha dimostrato di avere 25 punti di differenza, un bel collettivo.Nei primi minuti di gioco, il Calvello si rende pericoloso con Tito, due tiri deviati in angolo da Maiorino N. e Cappa. All’8’ Propato è fuori dai pali, e Palmieri dalla distanza, cerca disorprenderlo, palla di poco oltre la traversa. Al 20’Cillis per Maiorino L., che da pochi passi, tira addosso al portiere. Al l 27′ in gol il Ginestracandida: Cappiello, bravo a sfruttare un assist di Cillis, a tu per tu col portiere, lo sorprende con un tiro angolato. Al 30’ due occasioni da gol per il Calvello, Grippo anticipato da Moccia davanti la porta e sugli sviluppi dell’angolo, Propato esce a vuoto e sempre Grippo di testa mette fuori.

Calvello
Calvello

Ripresa più pimpante per i locali, che vogliono chiudere la partita. Al 46’ una conclusione dalla distanza di Lovecchio finisce di poco oltre la traversa. Al 50’Cappiello per virgilio che serve Moccia, che da pochi passi dalla porta, fallisce l’aggancio. Al al 55′ raddoppia il Ginestracandida: Maiorino N., su un batti e ribatti in area avversaria, colpisce a colpo sicuro, palla nel sacco.Al 60’ Cassano, diretto in porta, fermato dall’arbitro su un fuorigioco inesistente. Al 72′ si chiude la partita, 3° gol per il Ginestracandida: Lomio, su cross di Cassano, di prima intenzione, mette nell’angolino alto alla sinistra del portiere. In gol per gli ospiti, il più pericoloso, Tito su rigore al 88′ per un calcio subito da Nardozza in area di rigore ad opera di un difensore locale.
Lorenzo Zolfo