CONDIVIDI
Calcio Oppido il mister dell'Albatros si complimenta col vice presidente del Ginestracandida Maiorino per la vittoria finale
Calcio Oppido il mister dell’Albatros si complimenta col vice presidente del Ginestracandida Maiorino per la vittoria finale

Oppido Lucano, 2014-02-11 – La capolista Ginestracandida espugna il difficilissimo campo dell’Albatros, tagliandosi una buona fetta di speranza per la vittoria finale, anche se il campionato è ancora lungo, mancano sette giornate alla fine del campionato. Partita subito dai ritmi scoppiettanti con il vento a condizionarla all’ 8′ ci prova Virgilio ma il suo tiro viene parato da Monetta. Al 24′ la svolta, calcio d’angolo battuto corto, cross a rientrare per Maniello che trafigge Propato. L’Albatros galvanizzato dal vantaggio acquisito, prova più volte a pungere in contropiede, per il Ginestracandida solo qualche acuto di Cillis e Virgilio dalla distanza. A inizio secondo tempo  l’Albatros cerca di pungere con i lanci lunghi senza riuscirci, il Ginestracandida si fa vivo con qualche azione solitaria di Gala che al 70’ spedisce addosso a Monetta.

La svolta della partita arriva nei minuti finali, all’ 83’ lunga punizione dalla trequarti di Moccia,palla in mezzo all’area di rigore avversaria, Gala si avventa sul pallone e firma l’1-1. Ma non finisce qui perché al 86’ Maiorino L. serve un Loriso tutto solo in area di rigore avversaria e per un bomber di razza come lui, non è difficile segnare. Il finale è convulso debole la punizione di Paolucci. Dopo 3’ di recupero l’arbitro decreta la fine , da sottolineare l’atteggiamento corretto dei dirigenti e giocatori di casa che hanno saputo accettare la sconfitta con grande onore. Domenica prossima il Ginestracandida, 46 punti, gioca in casa contro il Pescopagano, mentre l’Albatros 39 punti ospita la seconda in classifica, il Barrata, 44 punti.

L.Z.