CONDIVIDI

formazione del melfi(Melfi). Spettatori oltre 1000, con circa 500 provenienti da Lecce.
Melfi-Il Lecce espugna l’Arturo Valerio grazie all’ex di turno, Caturano, autore di una doppietta al 30’ e 31’ del I tempo. Fino ad allora la retroguardia melfitana era riuscito ad imbrigliare il bomber leccese, che si è reso pericoloso solo in una occasione, bravo Viola ad anticiparlo.

Davanti ad oltre mille spettatori, la metà giunti da Lecce, la partita nella prima mezz’ora di gioco non ha avuto grandi sussulti.Il Melfi è riuscito a fermare la corazzata ospite, fino alla mezz’ora di gioco Al 4’ punizione a favore del Melfi, palla insidiosa davanti l’area leccese,Gammone ferma la palla con le mani, nulla di fatto. Al 6’ su cross di Torromino ( ex Crotone, serie B, il migliore in campo, dai suoi cross sono scaturiti due dei tre gol), palla insidiosa davanti Viola, che mette in angolo.

melfi i tifosi del lecce circa 500
melfi i tifosi del lecce circa 500

Al 10’ in contropiede Gammone si libera di due avversari, passa a De Vena, che conclude addosso ad un avversario. Al 12’ scambio veloce,Defendi-De Vena, il tiro di quest’ultimo finisce a fondo campo. Al 18’ miracolo di Bleve, bravo a deviare in angolo un tiro di Defendi.Al 20’ due tiri consecutivi di De Vena e Gammone vengono respinti dalla difesa ospite. Al 22’ il Lecce si rende pericoloso con Vitofrancesco, la sua conclusione deviata in angolo.

Al 23’ Gammone in contropiede fa tutto bene, tranne la conclusione, palla oltre la traversa. Dopo i primi 25’ di gioco, vengono accesi i fari, per pioggia battente e nubi minacciose. Al 30’ la svolta della partita,Torromino dalla destra effettua un calibrato cross per Caturano, fino ad allora poco incisivo, che con un preciso tiro angolato gonfia la rete. Neanche il tempo di gioire, che un minuto dopo raddoppia, stessa azione, cross di Torromino ( un giocatore di categoria superiore), zampata vincente di Caturano, davanti la porta melfitana. Viola poteva uscire dai pali.

melfi curva dei melfitani
melfi curva dei melfitani

La reazione del Melfi tarda a venire, l’uno-due di Caturano ha lasciato di stucco tutti, compresi i tifosi. Al 37’ tiro insidioso di Contessa, ex Melfi, palla di poco fuori. Al 40’ tiro dalla distanza di Fazio, palla deviata in angolo da un avversario. Al 42’scambio veloce Caturano per Torromino che va al tiro, palla respinta da Viola, che si supera su un tiro ravvicinato di Caturano. Nella ripresa, tutti si aspettano la reazione del Melfi, che non arriva.

MELFI 1
LECCE 3.
MELFI:Viola,Bruno,Fazio,Esposito, Grea,De Giosa,Laezza, Gammone ( al 65’Demontis),De Vena (al 60’Foggia),Cittadino,Defendi (al 46’Pompilio). A disp:Sciretta,Ferrante,Dejori,Lodesani,Libutti,Martino, Di Vicino,Nicolao,Ferraro. All:Romaniello.
LECCE:Bleve,Vitofrancesco,Contessa,Mancosu (al 63’Maimone),Cosenza,Arrigoni,Torromino,Lepore, Pacilli (al 80’Ciancio),Giosa (al 65’Drudi),Caturano.A disp:Chironi,Gomis,Monaco,Vutov,Tsonev, Capristo,Vinetot,Fiordiliso,Persano.All:Padalino
Arbitro:G.Camplone di Pescara. Assistenti:Spiniello di Avellino; Lombardi di Castellammare di Stabia.
Marcatori: al 30’ e 31’ Caturano (Lecce); al 54’Pacilli (Lecce), al 83’Foggia (Melfi).
Note: Campo allentato per la pioggia caduta per tutta la partita. Al 89’rigore fallito da Pompilio (Melfi). Spettatori oltre 1000, con circa 500 provenienti da Lecce.