CONDIVIDI

Venosa, 2013-04-28 – Alla fine l’ Essedisport Venosa raggiunge anche il secondo obiettivo stagionale, vale a dire la Finale della Coppa Basilicata, che disputerà a Policoro contro il Castelluccio probabilmente il prossimo 18 maggio (la data non è ancora ufficiale). I bianco-verdi venosini, dopo la partita di andata, avevano già un piede in finale, troppo alto il divario di 9 gol da recuperare per il Nova Siri, che comunque ha avuto il merito di provarci e alla fine ha inflitto la prima sconfitta di coppa all’ Essedisport, ma l’ 11 a 7 con il quale si è chiusa una gara a tratti anche troppo nervosa, non è bastato agli uomini di mister Favale per ribaltare il pesante passivo subito 15 giorni prima al Palaessedi. La cronaca della gara racconta di  una partita iniziata bene per i venosini, che giunti in riva allo Ionio senza 4 giocatori (Antonacci, Dipalma, Checa e Del Cogliano) e con Mollica al rientro dopo 2 mesi e Crudele infortunato, senza contare che il portiere Nardulli aveva una mano fasciata, sono comunque riusciti a passare in vantaggio al 9°, con un missile terra-aria di Scoca, e dopo 2’ ancora lo stesso attaccante ha raddoppiato, con un pregevole “scavetto”. Sul 2 a 0 per i campioni del girone B la situazione si faceva davvero drammatica, perchè bisognava recuperare ben 11 gol compreso quelli dell’ andata, il Nova Siri tuttavia non si è scomposto ed ha avuto il merito e la fortuna di trovare subito il gol con Panetta e rimanere così in partita. La rete ha dato fiducia ai padroni di casa che hanno continuato ad attaccare riuscendo nel giro di 5’ a  ribaltare il risultato portandosi in vantaggio per 3 a 2, con le reti di Mele e Cimmarrusti, che hanno approfittato di due svarioni della difesa ospite, ma l’ Essedisport con Mollica ha pareggiato ben presto, dimostrando che la rimonta non sarebbe stata così semplice per gli ionici, che comunque hanno chiuso il primo tempo in vantaggio per 4 a 3 grazie ad una rete di Cimmarrusti, nata da un inesistente calcio d’ angolo.  Nella ripresa al 31’una sfortunata deviazione di  Argenti ha messo fuori causa l’ ottimo Nardulli e ha dato una forza mentale al Real che iniziava davvero a credere di poter recuperare, spinta anche dal caloroso pubblico, ma al 40’ capitan Dichirico ha approfittato di un errato disimpegno della retroguardia locale e ha siglato il gol del 5 a 4.

Nella parte centrale del secondo tempo si è vissuto una fase di sostanziale equilibrio dove registriamo prima il gol del 6 a 4 per il Nova Siri, segnato ancora da Cimmarrusti e le reti di Paulangelo, bella girata al volo, e di De Musso che ha gelato tutti i giocatori di casa e il pubblico presente siglando al 48’ il momentaneo 6 a 6. La gara volgeva al termine con i venosini ormai vicinissimi alla finale e i giocatori locali un pò demoralizzati che hanno iniziato a commettere qualche fallo di frustazione, bruttissimo davvero il colpo gratuito che Cimmarrusti ha rifilato a Ferrenti, non visto solo dall’ arbitro. Ma l’ occasione per riprendere fiato è arrivata al 52’ dopo una punizione fatta ripetere 2 volte, Mele ha segnato il gol del 7 a 6 e tanto è bastato per riaccendere la speranze nei suoi compagni e dare forza ai tifosi sugli spalti, la partita è diventata confusionaria e nervosa, l’ Essedisport  ha cercato di mantenere la calma, mentre il Nova Siri si è riversata con tutti i mezzi dalla parti di Nardulli ed è riuscita a realizzare 4 gol in pochissimi minuti, ma il tempo è un giudice inappellabile e non ha concesso grazie ai padroni di casa che al 60’ hanno subito la sentenza finale con il gol di Paulangelo, per il definitivo 11 a 7 finale. Al triplice fischio dell’ arbitro Alagia, che ha diretto la gara ottimamente, nel Nova Siri è rimasta la delusione per non essere riusciti a ribaltare il risultato maturato a Venosa, ma anche la consapevolezza di aver dimostrato di non essere la squadra che ha giocato all’ andata, mentre l’ Essedisport ha potuto gioire per aver raggiunto il secondo obiettivo stagionale, anche se ora per Di Napoli e compagni la voglia di centrare un’ accoppiata storica e mai risucita a nessuno diventa il leit-motiv dei giorni che li dividono dalla finale. Infine un ringraziamento alla società del Nova e Siri e in particolare il Presidente e il Mister per l’ accoglienza ricevuta.

VENOSA. CALCIO A 5 SERIE C COPPA BATTA. L’ESSEDISPORT VENOSA, PUR PERDENDO, CONQUISTA LA  FINALE DI COPPA BASILICATA.

REAL NOVA SIRI  11

ESSEDISPORT VENOSA 7

REAL NOVA SIRI: Nucera; Spaggiari; Di Liberto; Liuzzi; Panetta; Cimmarrusti; Martemucci; Mele; D’Affuso; Amatulli. All. Favale Vincenzo.

ESSEDISPORT: Nardulli, Ferrenti, Paulangelo, Argenti, Dichirico, Mollica, Crudele, Scoca, De Musso. All Dichirico

ARBITRO: ALAGIA sez. Matera
Marcatori:  9’ e 11’ Scoca;11′ e 58’ Panetta; 14′,52’, 55’ e 59’ Mele; 16′, 22’ 42’ e 56’ Cimmarrusti;  21′ Mollica. 31′ Autorete Argenti; 40’ Dichirico; 47’ Paulangelo; 48^ De Musso; 61’ Paulangelo.
NOTE: Spettatori crica 100.

Lorenzo Zolfo.

foto: giocatori Essedisport Venosa