CONDIVIDI

Venosa-Maschito. Il numero 10, Marianna Rinaldi, della rappresentativa Lucana di Calcio a 5 femminile annienta la Lombardia nello scontro diretto per il passaggio alla fase finale del 51° torneo delle Regioni edizione che si sta svolgendo quest’anno in Basilicata. La Basilicata di mister Pasquale Cuviello ancora di rimonta porta la seconda vittoria nella fase a girone ed entra nella storia del calcio lucano, infatti nessun precedente simile per il calcio a 5 in rosa. La partita è alquanto combattuta infatti le nordiche Lombarde chiudono il primo tempo sul 2 – 1. Il secondo invece è sotto il segno della Rinaldi che trascina la sua squadra creando azioni su tutti i fronti e chiudendo il match con un netto 5-2. A fine partita vengono intervistati i tecnici di club della Rinaldi, Curatella e Perrotta, della Flacco Venosa, il primo fa i complimenti al mister P. Cuviello per la creazione di una rosa operaia che costruisce le proprie vittorie sul orgoglio e sull’attaccamento alla maglia della propria regione, il secondo invece si toglie un sassolino dalla scarpa contro tutti quelli che rimproveravano lo stile di gioco della 10 militante nella Flacco Venosa e dichiara : “ Mary l’ho presa in cura nel periodo dell’infortunio quando il destino gli aveva prescritto un operazione alla schiena che l’avrebbe portata via dai campi di calcio per molto tempo. Invece ci siamo messi in stretta collaborazione e con i giusti sacrifici abbiamo riconquistato il nostro obiettivo ritornare in forma evitando l’operazione e ritornare a vincere ed ad essere decisivi come oggi. ” Continua Perrotta: “Ringrazio Marianna, per questa splendida prova, sapevo che poteva far tanto e questo era il miglior modo per ripagarci di tutti i sacrifici.” Alla domanda il segreto della terapia della Rinaldi , Perrotta risponde: “ Siamo ancora agli inizi il bello incomincia proprio ora, perché non c’è nulla di terapeutico di una sana vittoria”.
Lorenzo Zolfo