CONDIVIDI

notriv-roma1Potenza, 19-10-2014 – Più di 180 tra organizzazioni, associazioni, movimenti e comitati che insieme a cittadini si sono ritrovati nella due giorni di Roma (ndr. 15 e 16 ottobre 2014) dei presidi “Blocca lo Sblocca Italia”. Il 15 ottobre Ola Channel era a piazza Montecitorio, tra la gente comune, tra i volti puliti contro il potere finanziario che ha drogato governi sporchi di petrolio: quei governanti hanno deciso di dare il colpo di grazia a terre che già piangono devastazioni ambientali e sociali. Il decreto Sblocca Italia se convertito in legge dello Stato rischia di porre pietre tombali in quelle regioni, come la Basilicata, che non sono all’anno zero del petrolio a termine. Ma quel giorno, quel 15 ottobre, attivisti e cittadini provenivano anche da altre regioni, di un Italia dallo stivale sporco di catrame. I volti di quel giorno sono l’icona della ribellione, della resistenza assoluta di fronte al devastante potere che addormenta coscienze in ogni angolo della penisola.

In questa prima parte raccontiamo attraverso le immagini di una Roma in movimento, il presidio, le voci lasciate a distanza dal palazzo, confinate e tenute a debita distanza, con quelle forze dell’ordine che forse avrebbero voluto essere con e trai manifestanti.
La giornata è stata anche ricca di impressioni, interviste che saranno disponibili nella seconda parte di questo ennesimo viaggio nel tempo della resistenza.

Il video: http://l.facebook.com/l/MAQETgK3UAQG0KQlmvIBAKkDtbT_2dUL3UtngijvN-A33Cg/www.olachannel.it/bloccasbloccaitalia-1parte/