CONDIVIDI

maieuticaBattipaglia, 2013-09-03 – Con la riapertura al pubblico del Laboratorio Maieutica prevista per la prima settimana di Settembre si da ufficialmente avvio alla seconda fase progettuale con l’attivazione di nuove azioni finalizzate alla verifica di fattibilità e alla redazione del piani d’impresa. Continuerà pertanto l’attività di supporto e accelerazione delle iniziative già individuate a titolarità dei promotori di nuove attività che hanno usufruito di un periodo di formazione, orientamento e monitoraggio. La seconda fase prevede la pianificazione e l’attuazione del quarto workshop, l’affiancamento dei giovani startupper che con il supporto di consulenti esperti in materia di enterprise creation dovranno concretizzare le loro idee di business.

Le nuove iniziative creative già in corso di verifica ricadano nei settori dell’artigianato, turismo, artistico/culturale e, più puntualmente la lavorazioni sartoriali e accessori moda, produzioni cinefotografiche, etichette discografiche, filmmaking, organizzazione eventi, studi di registrazione sonora, laboratori enogastronomiche, laboratori interculturali, di scrittura creativa, teatrali, iniziative socioculturali rivolte a diversamente abili nonché formative rivolte a studenti. Con la riapertura del Laboratorio Maieutica attivato presso l’Ufficio Informagiovani del Comune di Battipaglia organizzato dal responsabile di progetto Salvatore Esposito e dalla QS & Partners di Vincenzo Quagliano partner di progetto, ulteriori iniziative saranno verificate e valorizzate anche ai fini dell’accesso alle agevolazioni previste da strumenti regionali, nazionali e dell’Unione Europea.

Pertanto il Martedì e Mercoledì pomeriggio a partire dalle H 15,00 è possibile acquisire notizie utili sul progetto Maieutica, sul programma Smart&Start e su altre azioni di sostegno del lavoro autonomo e autoimpiego. La prima concreta iniziativa di startup in corso in provincia di Salerno tesa a valorizzare la creatività giovanile è sostenuta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dell’A.N.C.I. che hanno cofinanziato il progetto a titolarità del Comune di Battipaglia.