CONDIVIDI
Barile Rocco Pietrantuono il primo da destra

Barile, 2012-10-19 – “Sono un iscritto del Partito Democratico,CIRCOLO DI BARILE, primo firmatario e presentatore della lista che ha vinto l’ultima competizione elettorale e che ha espresso questa maggioranza consiliare, composta dai 9/11.mi iscritti al PD, e che quindi , moralmente mi sento anche  responsabile  dell’azione amministrativa messa in atto dalla maggioranza stessa.

E’ buona norma che l’attivista politico spieghi e pubblicizzi l’azione amministrativa degli uomini appartenenti al suo partito; detta azione deve però essere degna di essere sostenuta, deve cioè far crescere gli amministrati, fornire servizi efficienti, contenere la spesa, ecc..Non ricordo azioni amministrative che ha visto il circolo di Barile impegnato a pubblicizzarle.Ho avuto l’infelice idea di assistere all’ultima seduta del consiglio comunale (quella del 26/09/2012). Vorrei farne la cronistoria, ma, credetemi, non trovo le parole adatte per descrivere lo squallore e nello stesso tempo la spudoratezza di alcuni consiglieri di maggioranza (quelli che ogni tanto aprono bocca) gli altri invece silenti alzano la mano per dare un assenso scontato e senza motivo (bene ha fatto qualche consigliere che, ha abbandonato la seduta, sicuramente schifato).

Tralasciando tutti i punti all’o.d.g., vorrei soffermarmi solo su quello riguardante l’aumento dell’IMU , che vasta eco ha avuto tra la popolazione e sulla rete (facebook). Il sindaco, resosi conto che non si possono aumentare le tasse indiscriminatamente e senza motivo, decide, con un atto di coraggio apprezzabile, di accettare le proposte della minoranza tendenti a razionalizzare l’imposta stessa. Gli emendamenti della minoranza però, per un fatto meramente tecnico non vengono inseriti, rimandando ad ulteriori incontri per approfondire la questione( vi è una comunicazione a tal proposito da parte del sindaco che invita i gruppi a lavorare in tal senso, visto che c’è tempo fino al 31 ottobre p.v.). Subito dopo, compare un manifesto pubblico che al di là dello sterile esercizio linguistico che dimostra come chi lo ha redatto (e non è sicuramente il sindaco) tenta inutilmente di  arrampicarsi sugli specchi, vi è un unico concetto chiaro: “PER RECUPERARE IL TAGLIO DEI FONDI CI SONO SOLAMENTE DUE STRADE POSSIBILI: AUMENTO DELLE TASSE O RIDUZIONE DELLE SPESE”.

Per la riduzione delle spese non vi è  traccia nemmeno di timidi tentativi, anzi……..Per l’aumento delle tasse, e che lo diciamo a fare!!!! È tutto al massimo. La filosofia del partito democratico è: “Razionalizzazione della spesa e poi successivamente ritoccare eventualmente le aliquote delle tasse, tenendo sempre presente che bisogna pagare tutti per pagare di meno”; il comune di Barile, sembra che ha una evasione di circa il 30% (e non fa nessun tentativo per recuperarla). Se questo è, e non è colpa del sindaco, questa amministrazione E’ INADEGUATA” deve andare a casa.- A quei 9/11mi del partito democratico, faccio presente che la linea del partito è da tutt’altra parte, prendetene atto, chiedete scusa alla comunità e rimettete il mandato.- Come dite sul vostro manifesto cari amministratori, “Siamo al momento della verità. Al momento della verifica.

Al momento in cui la Politica, quella “NOBILE”, deve dimostrare di essere responsabile, credibile e autorevole”. Voi, e lo dico con rammarico e delusione, non siete stati né responsabili, né credibili e né autorevoli.-Purtroppo ne avete avuto tutto il tempo.- Abbiate un sussulto di orgoglio..fate un atto di coraggio…prendete atto che: Il vostro tempo è scaduto”.

LE TASSE E I TAGLI DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI BARILE

Di Rocco Pietrantuono