CONDIVIDI

Barile, 2012-10-10 – Si è tenuto Domenica 7 ottobre l’incontro dal titolo “IMU BIS. NO GRAZIE!” promosso dall’ intergruppo di minoranza in seguito all’ approvazione da parte della maggioranza del Comune di Barile, ridotta a soli 8 consiglieri, dell’aumento dell’aliquota IMU sulle seconde case portandolo dal 7,6 al 10,6 cioè il massimo consentito dalla legge. È quanto si apprende da una nota inviata dai consiglieri di Minoranza Caccavo Maurizio, Cittadini Renato, Di Tolve Francesco, Sonnessa Saverio e Zambella Vittorio. “Soddisfazione per la buona partecipazione all’iniziativa  è stata espressa dai consiglieri di minoranza, fatto questo che mette in risalto, qualora ve ne fosse ancora bisogno, una situazione davvero difficile nel rapporto tra Amministrazione Comunale e cittadini.

L’incontro è servito anche per fare chiarezza sulla situazione finanziaria del Comune di Barile, che appare davvero difficile e che, secondo i Consiglieri promotori dell’iniziativa, è alla base di questo aumento che, come ampiamente spiegato, non era assolutamente necessario e si poteva tranquillamente evitare.

Il nostro atteggiamento, proseguono i consiglieri di Minoranza Caccavo Maurizio, Cittadini Renato, Di Tolve Francesco, Sonnessa Saverio e Zambella Vittorio – pur dinanzi ad una maggioranza politicamente inesistente, è stato e continuerà ad essere propositivo, tant’è che ancor oggi stiamo sottoponendo una serie di proposte tese ad evitare che la distribuzione fiscale ricada in maniera assolutamente iniqua sui cittadini e che possa tener conto di differenze sostanziali che ci sono nel territorio comunale.

Durante l’incontro è stato presentato l’intergruppo a cui hanno aderito i consiglieri di Minoranza, che nasce per creare un progetto da presentare in modo unito e nuovo al cospetto della comunità, chiedendo a tutti gli individui, ovunque operino, in qualsiasi partito militino o votino, di partecipare alla costruzione di un grande progetto di rinascita della comunità barilese, aperto a tutti coloro i quali hanno a cuore il destino della comunità che ha bisogno di un nuovo e forte progetto condiviso.

Dal dibattito è emerso una grande voglia di trasparenza e di partecipazione che sarà alla base del lavoro che nei prossimi giorni metteremo in campo per riformulare le nostre proposte arricchite dei tanti contributi emersi nell’incontro,  sperando, questa volta, di trovare la giusta attenzione da parte dell’Amministrazione Comunale. Abbiamo – concludono i consiglieri di Minoranza Caccavo Maurizio, Cittadini Renato, Di Tolve Francesco, Sonnessa Saverio e Zambella Vittorio -preso un’ impegno con i cittadini che con serietà porteremo avanti per il bene dell’intera comunità che ha bisogno, oggi più che mai, del dono della politica, che dovrà essere l’aspirazione di ognuno di noi a pensare liberamente e autonomamente per il bene comune”.

Lorenzo Zolfo

La foto riprende  un momento del dibattito sull’IMU