CONDIVIDI
Barile raccolte derrate alimentari
Barile raccolte derrate alimentari

Barile, 2013-03-12 – Finalmente è stata trovato un deposito per la sistemazione degli alimenti all’Associazione di Promozione Sociale C.E.R. di Barile, presieduta da Antonio Piacentini, che dall’agosto del 2012 era impossibilitata ad effettuare le distribuzioni alimentari gratuite. Rimasta senza sede, l’associazione ha lanciato un appello, non solo a Barile, ma anche nei Comuni limitrofi ed a rispondere è stata la vicina comunità di Ginestra, distante solo 5 km da Barile. Le derrate alimentari saranno sistemate nella sede della Croce Rossa Italiana e della protezione civile del centro di Ginestra. Soddisfatto il presidente dell’associazione C.E.R. Antonio Piacentini di questa sistemazione: “Dopo la denuncia pubblica, che il sottoscritto, ha fatto senza timore tramite questo il gruppo facebook della Voce del Popolo di Barile, sono state diverse le espressioni di solidarietà nei miei confronti e anche verso l’Associazione che rappresento…Poi, grazie ai mass-media, la nostra voce ha avuto un eco ancora maggiore, arrivando persino nella vicina Regione Puglia… Ed è stato proprio grazie ad uno di questi articoli, che dei Volontari (croce rossa  presieduta da Sergio Labriola e protezione civile presieduta dall’assessore Michele Tucciariello) del vicino paese arbereshe di Ginestra hanno risposto all’appello, offrendoci, finalmente, l’opportunità di continuare la nostra attività no-profit.

Certo, essendo un Associazione di Barile, avremmo preferito rimanere nel nostro paese….., ma a ciascuno le sue responsabilità!”. L’inaugurazione della sede di Ginestra avverrà in primavera. L’associazione di promozione sociale negli ultimi due anni ha regolarmente aiutato circa 1500 famiglie bisognose in tutti i Comuni del Vulture-melfese con tanta solidarietà ed altruismo! Dopo lo sfratto, l’interruzione di questa attività, svolta a titolo completamente gratuito dai membri dell’associazione e da altri volontari, è stata determinata dalla mancanza di un locale idoneo; il precedente magazzino è  stato destinato ad altri usi dall’amministrazione proprietaria e l’Associazione C.E.R. è stata costretta a mettersi in cerca di un altro sito utile a fungere da magazzino e da centro di distribuzione. L’associazione sostiene tutte le  spese che l’iniziativa comporta, basti pensare al ritiro degli alimenti dal centro di distribuzione di Caserta, al trasporto degli stessi nel magazzino, allo stoccaggio e alla conservazione, nonché alle distribuzioni vere e proprie.
Lorenzo Zolfo