CONDIVIDI

Barile (PZ) – Giovedì 16 marzo 2017, i bambini delle classi IV e V dell’Istituto Comprensivo di Barile (con le sedi associate di Ginestra e Ripacandida), si sono aggiudicati il primo premio nella fase finale della X edizione del Torneo di lettura, un’iniziativa delle scuole della Rete, che ha come scuola capofila l’Istituto Comprensivo di Bella, finalizzata alla promozione della lettura.

Un’ esperienza entusiasmante, quella del Torneo di lettura, che ha inizialmente coinvolto tutti i bambini delle classi interessate, nei diversi plessi scolastici dell’I.C.

Tutti, infatti, si sono cimentati nella lettura di due testi: “Che mestieri fantastici!”, dell’autore Massimo De Nardo e “Gli Sporcelli”, scritto da Roald Dahl.

I bambini hanno partecipato, all’interno di ciascuna scuola, a laboratori di lettura animata e creativa, durante i quali si sono avvicinati “al libro” con gioia e curiosità, senza “costrizioni didattiche” di nessun tipo, coinvolti dalla voce narrante delle maestre, che li ha guidati fra le righe dei testi, in un viaggio appassionante, alla scoperta di luoghi insoliti e di situazioni fantastiche e divertenti.

Barile alcuni alunni prima della selezione
Barile, alcuni alunni prima della selezione

La lettura dei libri è stata fonte di ispirazione per i bambini, che hanno scritto testi liberi ed originali, altrettanto fantastici e hanno disegnato e colorato mondi immaginari, come solo i bambini sanno fare.

Si sono emozionati quando hanno potuto incontrare, “in carne ed ossa”, uno degli autori e si sono divertiti a giocare con le parole, gli anagrammi, i cruciverba, per prepararsi alla fase finale del Torneo.

La gioia della vittoria è stata grande! Fieri di aver partecipato, di essersi ripresi dopo qualche difficoltà iniziale, di avercela messa tutta, di essersi sentiti una squadra, coesa e motivata.

Dai libri si imparano molte cose,sono una porta sul mondo, che nessuno può chiudere o sbarrare. I libri accendono la fantasia, illuminano angoli reconditi dell’anima e toccano corde sensibili; ti fanno vivere mille e mille vite, tutte diverse, fantastiche, avventurose, drammatiche, esilaranti…Ti consentono di uscire dal recinto culturale del tuo ambiente, quello di tutti i giorni, spesso così “solito”, sempre uguale e ti spingono lontano, verso altre realtà o dove vivono i sogni.

La forza delle parole può essere travolgente! Fra il lettore e le parole di un libro, che si intrecciano e fluiscono, si crea una connessione profonda, una vera e propria trasfusione di sentimenti ed emozioni: ti immedesimi nel personaggio, vivi sulla tua pelle la sua storia e ciò che leggi non è più fuori di te, è dentro e ti appartiene: senti la gioia e il dolore, il caldo e il freddo, l’angoscia e la paura.

“Noi docenti dell’I.C. Barile, con la nostra preside, Prof.ssa Tania Lacriola, desideriamo con forza e ci impegniamo affinché leggere, per i nostri ragazzi, sia sempre una gioia, una straordinaria e irrinunciabile“esperienza sensoriale. Grazie piccoli lettori, per l’emozione che ci avete regalato con la vostra vittoria! Che il piacere della lettura vi accompagni sempre!”.