CONDIVIDI

Barile -Dopo 30 anni e più di presenza dinamica e continuala Rivista“Basilicata Arbereshe” (dal 2001 Webzine su vari Blogs) che organizza ogni anno, autonomamente ed in partnership con le Pro Loco Unite di Barile-Ginestra-Maschito, con i suoi Redattori , Esperti e Collaboratori sparsi in Italia ed in altri Continenti ,la Giornata  di rievocazione storico-antropologica in onore di Giorgio Kastriota detto Skanderbeg , Decide di aprirsi ancora di più alle Università ed agli Sportelli Linguistici (L.482) del Mezzogiorno d’Italia.

Il nucleo promotore a Barile (nella storica sede di Piazzetta Skanderbeg 5) , in collaborazione con cultori, circoli ed amministratori dell’Arberia del Vulture (Ginestra,”Zhurjan” , Maschito e Barile ) e del Sarmento (San Costantino e San Paolo Albanese) si è sviluppato ed ampliato negli anni .

Fino a “gemellarsi” conla Rivista–Madre “Katundi Yne” di Civita-Cosenza e poi con “Jeta Arbereshe” di Frascineto-Ejanina e vari sodalizi di tutela (Confemili-Roma, Eblul- Bruxelles)  e valorizzazione dell’etnìa albanofona (in particolare in Piemonte, Puglia, Calabria, Sicilia, Molise, Campania (Greci-Av)  ed Abruzzo-Lem Italia).

“Da qualche settimana, riferisce il direttore di Basilicata Arbereshe, prof. Donato Mazzeo-viene edita on-line “Rilindasi” come supplemento del settimanale “Shqiptaria” finanziato e sostenuto dalla Regione Basilicata, dal Presidente Vito De Filippo e dall’Assessore alla Formazione e Cultura Vincenzo Viti.

La domanda sorge spontanea ed opportuna : come è possibile che in Basilicata, dopo tanti fruttuosi decenni di eventi, progetti, meeting, convegni didattici e storiografici, antologie,  pubblicazioni a iosa , “by-passare” un così ingente e generoso patrimonio di passione per “le radici” e la storia originale degli Arbereshe lucani?

E  si possa pensare di ripartire, praticamente, “da zero” ?

Mentre un “ponte” di amicizia , da anni è stato instaurato fra le nostre comunità etniche e l’Ambasciata dell’Albania a Roma, e della Repubblica Italiana a Tirana ( con il progetto in itinere di “Binjakeri” ,dal 2010,   attraverso la “Shkolla e Kuqe”  ,  la “Dhomi Tregtise” ,la Rivista“Aggiornamenti Albanesi” in bi.lingue  della capitale skipetara , diretta dal prof. Luigi Nidito ???

Perché non coinvolgere,a pieno titolo e con la preziosa mole di esperienza glottologica e storiografica , tutto lo staff di “Basilicata Arbereshe”, iscritta da vari lustri al Registro Periodici del Tribunale di Melfi  e nei primi anni, sostenuta ufficialmente, tramitela LeggeReg.40, in base al dettato dell’articolo 5 del vigente e non ancora rinnovato Statuto della Regione Basilicata?”.

Lorenzo Zolfo