CONDIVIDI
Barile. Azienda Basilisco
Barile. Azienda Basilisco

Barile, 2013-09-11 – La Prima Carovana della memoria e della diversità linguistica partita l’8 settembre da Villa Badessa di Rosciano (PE), attraverserà sei Regioni e cinque comunità linguistiche di minoranza, si chiuderà il 18 settembre a Corigliano d’Otranto (LE). Un evento a cura dell’associazione culturale LEM-Italia presieduta dalla dott.ssa Silvia Pallini,(laureata in Scienze politiche all’Università di Teramo, ha scritto una tesi di laurea triennale divenuta un articolo sulla Carta europea delle lingue regionali o minoritarie e il Belgio. La sua tesi di laurea magistrale è invece uno studio comparativo delle leggi regionali di tutela delle minoranze linguistiche ed è stato recentemente presentato alla XII^ Conferenza dell’Accademia Internazionale di Diritto Linguistico.

Altri lavori sulla pianificazione linguistica in preparazione o in corso di edizione) che nasce nel 2008 per sostenere il progetto franco-italiano LEM, l’enciclopedia evolutiva delle lingue d’Europa e del Mediterraneo (nazionali, ufficiali, regionali, locali o minoritarie).Nel 2013 questa associazione ha promosso le Giornate dei Diritti Linguistici, attraverso un viaggio culturale nell’Albania meridionale ( 5-9 giugno) “sulle tracce dell’antica migrazione” e una carovana itinerante (settembre 2013) attraverso cinque minoranze linguistiche del sud Italia. “Così-riferisce il presidente Silvia Pallini- se nel 2012 avevamo indicato la linea evolutiva che individua «le migrazioni, tra disagio linguistico e patrimoni culturali», oggi ci interroghiamo sulle vie di valorizzazione di tali patrimoni immateriali, in primo luogo attraverso il marketing territoriale e nuove forme di turismo linguistico-culturale.

In particolare, lanceremo il progetto dei “Parchi etnolinguistici d’Italia per scoprire territori e vivere un’esperienza di immersione nella cultura arbëreshe, croato-molisana, francoprovenzale, occitana e grika delle regioni del sud Italia”. La dott.ssa Pallini insieme ad altri collaboratori dell’associazione, è già stata nella nostra zona, a Ginestra nel 2012 ed a Maschito il 20 gennaio di quest’anno, in occasione dell’Anniversario della morte del principe Giorgio Castriota Skanderbeg. Le regioni coinvolte nel progetto LDL sono sei: Abruzzo (Villa Badessa),Molise ( Montecilfone,San Felice e Campomarino), Puglia (Faeto, San Marzano,Corigliano d’Otranto,Calimera), Campania (Greci), Basilicata (Barile) e Calabria (Lungro,Guardia Piemontese). Arrivo a Barile nella mattinata del 12 settembre, attività organizzate da Basilicata Arbëreshe (presidente prof. Donato Mazzeo), Basilicata In Arte (presidente Antonio Volonnino), Pro Loco/UNPLI (presidente Daniele Bracuto) in collaborazione con il Comune di Barile.

Il programma prevede:accoglienza nella sede della pro-loco da parte delle associazioni organizzatrici e autorità civili, dove si potranno ammirare alcune foto della Via Crucis di Barile con personaggi viventi, la più antica della Basilicata coi i suoi oltre 400 anni e del film del noto regista Pier Paolo Pasolini, “Il Vangelo secondo Matteo”, girato nel 1964 nelle grotte di Barile.La visita prevede un sopralluogo presso l’Azienda vinicola Basilisco. La tenuta Basilisco, di circa 20 ha specializzati esclusivamente ad aglianico del vulture, si trova alle pendici del Monte Vulture.

La natura vulcanica del terreno, ricca di humus e sostanze minerali e il particolare microclima con forti escursioni termiche, rendono questa terra molto vocata per la viticoltura. I vigneti felicemente esposti a sud-sud est degradano dai 500 ai 400 m. La produzione è di Aglianico del Vulture, l’antico ellenico della Magna Grecia, un vitigno autoctono a bacca nera e a maturazione tardiva. Le cantine dell’azienda Basilisco si trovano lungo la “via delle cantine”, angolo pittoresco di Barile, testimonianza di antichi insediamenti albanesi risalenti al XV secolo. Sono interamente scavate nel tufo ma anche se dotate di moderne tecnologie, conservano la loro originale suggestione. Si potranno degustare i due vini di questa azienda. Basilisco e Teodosio.

Lorenzo Zolfo