CONDIVIDI

Barile – Anche se il tempo cattivo ha cercato di mettere il bastone tra le ruote, la festa in onore della Madonna di Costantinopoli è stata portata a compimento. Una festa religiosa e civile, tra le più riuscite degli ultimi anni, grazie all’impegno profuso da tutte le associazioni operanti nel centro arbereshe ( Pro-Loco, UNPLI Regionale, Fidas, Avis, C.R.I.,Comitato Via Crucis, Centro Terza Età, Il Giglio, Intercultura, Confraternita dei Morti,Vulturis Cantores,Protezione Civile).

Una festa religiosa, con processione e sante messe al Santuario della Madonna di Costantinopoli e civile, con spettacoli di primo piano, come l’esibizione dei comici Uccio de Santis:, famose le sue barzellette sui carabinieri e Pino Campagna (la sua presenza a Barile, assicurata dall’agenzia-Spettacoli La.De.Ma di Avigliano di Santo Cicchiello) noto per le celebri frasi: “Papi ci sei? Ce la fai?Sei connesso?”,che hanno riempito piazza Carlo Alberto dalla Chiesa, teatro della loro performance. Francesco Di Tolve, collaboratore delle associazioni, tira le somme di questa festa: “Nonostante il maltempo siamo riusciti a completare il programma della festa della nostra protettrice Maria SS. di Costantinopoli.

Quest’anno è stato particolare sotto molti punti di vista ma la vera novità è stata quella che il comitato è nato grazie al contributo di tutte le associazioni che dall’idea del nostro Sindaco e dell’amministrazione comunale in poco più di venti giorni ha realizzato un programma che ha riscosso grande gradimento e partecipazione. Per cui ritengo giusto ringraziare tutti coloro i quali si sono spesi direttamente ed indirettamente per realizzare questa festa senza dimenticare il contributo generoso che è arrivato dalle famiglie e dalle attività. Grazie alla Banda di Rionero per i chilometri macinati per mantenere viva la tradizione del giro con la banda, per la tradizionale fiaccolata e per il piccolo tratto di processione sotto la pioggia che quest’anno ci ha accompagnato per tutta la giornata di martedì.

Un grazie agli Angeli della notte e a Uccio De Santis per l’indimenticabile serata di domenica , agli Italia Star e a Pino Campagna per la grande disponibilità dimostrata nell’esibirsi il giorno dopo, cosa non scontata, e per il divertimento che ci hanno assicurato. Grazie alla Croce Rossa per il Giglio, alla Pro Loco per i fuochi cinesi, a Franco Esposito per i fuochi a margine della Processione di martedì, alla Cementeria Costantinopoli per i fuochi pirotecnici finali e alla ditta ArtSumma per le luminarie. Grazie alla comunità che quando riesce a stare unita vince sempre!”