CONDIVIDI
Barile Realtà Italia pubblico presente
Barile Realtà Italia pubblico presente

Barile, 2013-11-12 – Presso il Centro Sociale “Don Domenico Telesca”, organizzato dal consigliere comunale, Rocco Franciosa, in occasione delle imminenti elezioni regionali, un incontro con Realtà Italia ed il suo candidato alla regione, Paolo Galante. Presente Roberto Falotico e Marcello Pittella, candidato alla presidenza. Franciosa ha detto. “accogliamo come in famiglia l’avvocato Paolo Galante ed il candidato alla presidenza Marcello Pittella. Mi auguro in caso di vittoria che si ponga attenzione all’agricoltura e al turismo, i volani di sviluppo del nostro territorio e con un occhio particolare al problema Fenice”. Paolo Galante ha aggiunto: “è un orgoglio essere investito come candidato alla regione. Una regione che deve porre attenzione ai giovani, senza di loro, la Basilicata è destinata a morire e a scomparire. Stare lontani dai propri affetti è gravissimo. Con una formazione adeguata si può impedire l’emigrazione. Solo mettendo in campo cuore, tecnica e conoscenze professionali si può far crescere questa regione”.

Marcello Pittella, candidato alla presidenza ha aggiunto: “dobbiamo recuperare il peso e la responsabilità di un meccanismo che va cambiato con coraggio e cambiamenti di metodo. Serve una stagione diversa, se al centro abbiamo un’idea della Basilicata. Servono modifiche strutturali di una burocrazia obsoleta, i giovani sono una risorsa e non vanno trascurati ed abbandonati. Dobbiamo recuperare un meccanismo che rompa il sistema, come avvenuto lo scorso 22 settembre in occasione delle primarie del PD.L’agricoltura, l’ambiente sono fattori vitali per la nostra regione. Col nostro petrolio diamo il 15% al fabbisogno nazionale e vogliamo lo stesso ricambio.

A che serve rifare marciapiedi o costruire piscine dove la gente non può permettersi di mandare i figli? Dobbiamo pensare ai bisognosi ed alla povertà. Ho la dignità dell’orgoglio lucano, se la smettiamo di fare sgambetti, la Basilicata nell’arco di una legislatura potrebbe migliorare notevolmente. Giovani e autoimpresa da mettere in evidenza. Se sarò presidente, ho bisogno di una squadra che abbia le caratteristiche di operosità, competenza e qualità.

Mi aspetto un grande tributo per la nostra coalizione”. A concludere gli interventi, Roberto Falotico, assessore regionale uscente: “siamo una regione che senza il dialogo non cresce. Lo Stato deve finire di trattarci da serie B sul problema del petrolio. Dobbiamo far ritornare nei partiti le regole democratiche ed il rispetto anche di idee diverse. Offrendo un contributo spassionato, si può cambiare questa regione”.

Lorenzo Zolfo