CONDIVIDI

Avigliano sagra del Baccalà locandinaAvigliano, 2013-08-22 – Tutto pronto ad Avigliano il programma della XVIII Sagra del Baccalà che prenderà il via dal 23 al 25 agosto, manifestazione che vuole custodire e tramandare quello che è diventato un vero e proprio patrimonio culturale. Il ricco programma estate promossa dall’amministrazione comunale ha l’obiettivo di valorizzare le risorse culturali del territorio, per cui, l’Amministrazione ha scelto, ancora una volta, di puntare tutto sulle forze locali investendo le risorse disponibili ed offrendo tutto il supporto logistico possibile alle Associazioni comunali che, mediante il loro operato, mantengono vivo e valorizzano l’immenso patrimonio sociale e culturale aviglianese. Il Baccalà, merluzzo essiccato e salato, è un alimento facile da conservare e trasportare; nei paesi di montagna, dove soprattutto nell’antichità era difficile consumare pesce fresco, costituisce un’alternativa valida ai soliti piatti a base di carne. Queste caratteristiche hanno fatto del baccalà, cucinato in molti modi diversi, il piatto tradizionale aviglianese. Tra i più noti ci sono il baccalà a ciauredda (a zuppa con pomodoro e cipolle fresche), con i peperoni “cruschi”, alle olive; i cavatelli al sugo di baccalà,orecchiette, patate e baccalà,strascinati con broccoli al baccalà,baccalà e fagioli cannellini e la zuppa di baccalà. La grande festa che abbraccia tutto il centro storico vedrà la presenza di stand gastronomici presso i quali gustare il baccalà, preparato secondo diverse ricette. Oltre al baccalà si potranno assaporare numerosi piatti tipici, conditi con sugo al cinghiale, carne di maiale, pasta fresca ripiena di ricotta e mentuccia. Le serate saranno allietate da concerti di musica popolare e spettacoli teatrali in vernacolo. Presso le bancarelle allestite nel centro storico si potranno acquistare prodotti tipici alimentari e non: dalle specialità culinarie locali all’artigianato artistico, come le ceramiche e la famosa balestra aviglianese. Ecco il programma dei tre giorni: 23 agosto ore 19 apertura stand. Ore per tutti e tre i giorni nel Chiostro palazzo di città dalle ore 19,30 mostra “dietro le quinte dei quadri plastici” a cura pro-loco una rassegna che da qualche anno ha preso piede ad Avigliano. Mostra di pittura Mimma Bochicchio, sala Previdenza ore 19,30. Ore 20,30 Spettacolo musicale del gruppo folkloristico aviglianese , corso E.Gianturco. Radio in piazza, serata radiofonica in diretta, con musica interviste e confronti, piazza E.Gianturco a cura di Radio Redazione. 24 agosto: “Il piatto della nonna”, Culture a confronto, piano dell’Orso ore 16,30 a cura Spazio Ragazzi,Gruppo Coordinamento Donne e Auser.Ore 20,30 Spettacolo Dialoghi e Tradizioni, le canzoni di Angiolino Santarsiero,Basso la Terra, a cura di Aps Terra. A seguire Pedro Bordello in concerto alle ore 21,30. Questa band PedroBordello nasce nel 2007. Ad Irsina, cinque amici uniti dalla passione per la musica e per i Bandabardò danno vita al gruppo. Giovanni Giorgio la voce, Luigi Papangelo alla batteria, Antonio Scialpi al basso e voce, Felice Iacobelli la 1°chitarra e Gerardo Mascolo la 2°chitarra. Ore 22,00 Chiagn’ & Folk corso E.Gianturco. 25 agosto ore 16,30 Il piatto della nonna, culture a confronto. Ore 21,30 piazza Gianturco concerto U’ Munacidde. La musica de U’ Munacidde si può definire etno-popolare, infatti influssi e contaminazioni emergono chiaramente; grazie soprattutto alle differenti esperienze musicali dei musicisti che lo compongono. Il repertorio del gruppo comprende canti e musiche tipicamente altomurgiane, gravinesi e di propria composizione.

Lorenzo Zolfo