CONDIVIDI

Atella La Ricotta 1Atella, 2013-08-31 – Nell’ambito della ricca rassegna R’Estate ad Atella promossa dall’amministrazione comunale in collaborazione con le associazioni, per domenica 25 agosto nel campetto polivalente di via delle Mimose si è celebrata la 2^ festa della Famiglia con una serata di moda (presentata dall’attivissimo Antonio Petrino di Rionero, Projet Manager Network Eventi Basilicata) a cura dello stilista lucano di Bella, Giuseppe Zampino (abiti indossati da Carmen, Fjola, Albina, Diana, Ilenia e Teodora) a seguire, alla presenza di oltre mille spettatori, il gruppo cabaret, “La Ricotta” di Potenza.

La serata è stata organizzata dalla pro-loco “Vitalba”. “Questo evento rientra nella 2^ festa della famiglia-riferisce Mario Coviello, responsabile cultura della pro-loco- la nostra associazione questa estate ha promosso tanti eventi, lo spettacolo di cabaret “la macchietta romana”, la festa paesana e la rassegna musicale vultur rock, direttamente da Canale 5, Italian’s Got Talent, il ventriloquo Dante Cigarini in Puppet Show nel mese di luglio, mentre in agosto la 5^ edizione Ballando sotto le stelle, serata karaoke, la 2^ festa della Famiglia con gastronomia e gonfiabili e la partecipazione straordinaria di Paolo De Feudis ,sosia imitatore di Adriano Celentano ed il prossimo 31 agosto nel pomeriggio il raduno di macchine d’epoca in piazza Matteotti ed in serata alle 21 nella vicinissima piazza Duomo sfilata di moda”. I protagonisti de “ la Ricotta” Mario Ierace, Peppino e Tonino Centola, proprio quest’anno hanno festeggiato i 25 anni di carriera. Hanno assicurato tante risate con skech su i contadini lucani, sul petrolio e mondo arabo,sulla differenza tra nord e sud, la scuola di Inglese e sulla lucanità.

Dopo aver girato buona parte dell’Italia portando in giro il loro spettacolo, i tre comici di Potenza,di questo loro lavoro riferiscono: in tutti gli spettacoli siamo stati accolti come tre comici lucani e non di Potenza, per il nostro senso di appartenenza, che è parte fondamentale del nostro spettacolo. A Zelig, palcoscenico nazionale, abbiamo vinto questa sfida con cadenze dialettali, mantenendo fortemente questa connotazione. Dovunque andiamo ci teniamo a valorizzare la nostra Basilicata. Non ci stanchiamo mai di salire sul palco per far divertire il pubblico, è il nostro lavoro. E’ un modo per mantenere i contatti con i nostri fan. Dietro tutto questo ci sono sacrifici ma anche apprezzamenti. Non pensiamo di cambiare lavoro, il teatro, il cabaret ci danno tante soddisfazioni. Per il futuro in cantiere tanti progetti, ad iniziare da uno spettacolo televisivo da produrre totalmente in Basilicata, un sit-com con maestranze lucane e la realizzazione di un film”.

Lorenzo Zolfo