CONDIVIDI
Atella-Dibattito sulla Tares  pubblico presente
Atella-Dibattito sulla Tares pubblico presente

Atella, 2014-03-07 – Nel centro vulturino, sabato scorso, si è tenuta un’Assemblea Pubblica organizzata dai consiglieri comunali di minoranza del Centro-Sinistra Atella Michele Zaccagnino e Canio Petrino per discutere sull’introduzione della TARES da parte dell’Amministrazione guidata dal Sindaco Nicola Telesca e retta da una Lista civica politicamente trasversale. All’iniziativa è intervenuto l’Avvocato Antonio Fasanella, in rappresentanza del Circolo PD di Atella, il quale ha rimarcato la scelta sbagliata degli attuali amministratori circa l’istituzione della Tares in quanto il Governo, nell’ottobre scorso, diede l’opportunità ai Comuni di poter continuare ad adottare la Tarsu piuttosto che la Tares.

“Tale facoltà –  ha continuato Fasanella –  se adottata, avrebbe sicuramente evitato che i  cittadini venissero tartassati con tariffe che hanno determinato aumenti fino al 133%”. I consiglieri di minoranza Canio Petrino, prima, e Michele Zaccagnino, a seguire, hanno reso edotti i numerosissimi cittadini presenti delle modalità con cui l’Amministrazione Telesca era giunta a quella scellerata decisione nel consiglio comunale del 28/11/2013. Inoltre, gli stessi  hanno sottolineato che le loro richieste di rinvio del consiglio comunale per una discussione più dettagliata dell’argomento e la proposta di reintrodurre la Tarsu erano rimaste inascoltate ed erano stati accusati di essere stati poco costruttivi e demagogici.

Poi, precisavano che la precedente amministrazione non aveva lasciato debiti fuori bilancio distribuendo agli intervenuti un fascicoletto contenente documenti ufficiali del Comune di Atella a dimostrazione che le accuse perpetrate dagli attuali amministratori risultavano infondate.Ciò veniva rimarcato anche dall’intervento dell’ex Sindaco Robero Telesca che bacchettava l’attuale Sindaco di poco rispetto verso i precedenti amministratori e di immobilismo dell’azione amministrativa.

Zaccagnino illustrava una Proposta di deliberazione di Giunta per l’istituzione di un contributo economico per le famiglie disagiate in aiuto del pagamento della TARES da sottoporre all’attuale Giunta ed invitava i cittadini a sottoscrivere una raccolta firme da supporto. Il consigliere Zaccagnino inoltre faceva notare all’assemblea che il Sindaco nonostante l’invito a partecipare comunicava la sua rinuncia asserendo che non era la sede opportuna per un confronto con i cittadini.I partecipanti, delusi dall’atteggiamento ostile  dell’Amministrazione, rendevano l’Assemblea accesa e molti di loro asserivano che la scelta della TARES era ingiusta e hanno minacciato di non pagarla a causa degli enormi importi ricevuti dopo l’ulteriore avvio della riscossione della tassa rifiuti dell’anno precedente.