CONDIVIDI

webinvitoAsmelPotenza, 06/17/2014 – Dal prossimo 30 giugno per tutti Comuni non capoluogo sarà obbligatorio ricorrere a una Centrale di Committenza per espletare tutte le procedure di gara. La norma introdotta dal DL 66/2014 (Decreto Irpef – Spending) impone infatti ai Comuni di individuare una forma organizzativa che sia in grado di realizzare una razionalizzazione delle procedure di affidamento in linea con le previsioni del Codice degli Appalti. Come chiarito dal Governo questa volta non ci saranno ulteriori proroghe, di qui l’esigenza dei Comuni di assumere in tempi rapidi una scelta.

Sulla base di questa esigenza ASMEL, l’associazione senza scopo di lucro con 1.860 enti locali associati (di cui 36 in Basilicata) presenta a tutti i Comuni lucani la propria proposta: la centralizzazione della committenza attraverso la piattaforma ASMECOMM, un modello leggero incentrato sull’uso di una comune piattaforma telematica che ha già coinvolto oltre 350 Enti in 12 diverse Regioni d’Italia. Il prossimo 19 giugno 2014 alle ore 9,30 presso la Sala del Consiglio regionale della Basilicata si terrà Convegno di presentazione della Centrale e dei servizi di committenza ASMECOMM con la partecipazione del presidente ASMEL Dr. Francesco Pinto, del consigliere Demetria F. Setaro e dell’esperto legale della Centrale ASMECOMM Avv. Vito Rizzo.

All’incontro parteciperanno i Comuni e le forme associate presenti nelle province di Potenza e di Matera, interessate a conoscere questo modello innovativo che si propone di rispettare l’obbligo di legge, senza espropriare le singole Amministrazioni locali della propria autonomia decisionale.