Home Artisti Lucani Poeti Rocco Scotellaro

Rocco Scotellaro

Rocco Scotellaro – Foto da: Fosco Moraini

 Rocco Scotellaro nacque a Tricarico (MT) il 19 aprile 1923,da da famiglia di modeste condizioni economiche. Per motivi di studio fu costretto a trasferirsi in varie città d’Italia prima Sicignano degli Alburni e poi,a Cava dei Tirreni, Matera, Roma, Potenza, Trento e Tivoli. Frequentò la facoltà di giurisprudenza a Roma e poi a Bari inseguito alla morte del padre.Fu eletto a soli 23 anni sindaco di Tricarico e presidente dell’Ospedale,militante socialista seppe cogliere,allo stesso modo di Carlo Levi,la drammatica situazione del modo contadino Lucano.Accusato di concussione fu incarcerato,ma nel 1950 fu assolto per non aver commesso il fatto con formula piena.In realtà Rocco Scotellaro era stato vittima di un intrigo polico ordito dai suoi oppositori. Poeta limpido e puro rappresenta il mondo contadino nella sua forma poetica,ne traccia la semplicità e l’autenticità,per poi quasi arrendersi sconsolato di fronte alla povertà della sua gente.Amico di Carlo Levi e di Manlio Rossi Doria, ebbe da loro appoggio e sostegno intellettuale.Ebbe vari riconoscimenti,come il Premio S.Pellegrino ,il Premio Viareggio ed altri ancora post-mortem.Mori giovanissimo a soli 30 anni.

 

 

Opere di Rocco Scotellaro

 

È fatto giorno, Mondadori, Milano 1954, 1982;

Contadini del Sud, Laterza, Bari 1954;

L’uva puttanella, Laterza, Bari 1955;

Uno si distrae al bivio, Basilicata, Roma-Matera 1974;

Margherite e rosolacci, Mondadori, Milano 1978;

Giovani soli, Basilicata, Matera 1984;

Tutte le poesie 1940-1953, Mondadori, Milano 2004.

 

Opere su Rocco Scotellaro

Franco Fortini, La poesia di Scotellaro, Basilicata, Roma-Matera 1974;

AA. VV., Il sindaco poeta di Tricarico, Basilicata, Roma-Matera 1974;

Franco Vitelli, Bibliografia critica su Scotellaro, Basilicata, Matera 1977;

Laura Parola Sarti, Invito alla lettura di Rocco Scotellaro, Mursia, Milano 1992.