CONDIVIDI

Venosa (Pz), 05/16/2014 – Il Liceo Classico e Scientifico “Quinto Orazio Flacco” di Venosa ha partecipato alla V^ edizione del “premio Gaber” ( quest’anno è stato riconosciuto dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano come un evento di alto valore socio-educativo, con l’invio di una targa) organizzata dal Teatro stabile di Grosseto con uno spettacolo teatrale e un cortometraggio.

Lo spettacolo teatrale, intitolato, “Quando parla Gaber”, ( in anteprima presentato durante il 28° Certamen Horatianum) è stato realizzato montando in sequenza, secondo la forma del teatro-canzone, una serie di brani (canzoni e monologhi) del grande “cantattore” milanese. “L’intenzione che ci ha mossi” ha commentato il prof. Miranda, coordinatore del progetto, “è stata quella di far conoscere alle nuove generazioni l’opera di Giorgio Gaber, di dar voce alle sue parole. Parlerei a questo proposito di teatro didattico e, non a caso, la cornice drammaturgica, che farà da sfondo alla rappresentazione è quella di una lezione su Gaber tenuta in una classe di un qualsiasi liceo italiano.”

Il corto, intitolato “Il segreto”, liberamente tratto da un racconto inedito di Giovanni Lipardi, talentuoso alunno del liceo venosino di II A Liceo, che del corto è anche interprete e regista, è un piccolo film che si propone di indagare gli abissi di disperazione e le inquietanti ambiguità che possono albergare nel cuore di un uomo. In un clima allucinato ed onirico, il protagonista della vicenda, uccide una donna, la cui identità è lasciata in ombra, salvo poi doversi confrontare con un oscuro personaggio che assiste all’omicidio e che, a sua volta, viene ucciso nel finale. “Ad essere sviluppato in questo corto è il tema del doppio”, ha precisato ancora il prof. Miranda, “il tema della costitutiva duplicità dell’animo umano.

Il montaggio, la cui realizzazione, per motivi tecnici, si è rivelato particolarmente complessa. Alla realizzazione del corto hanno partecipato, in qualità di attori, Maria Carmen Manieri e Francesco Picciano, compagni di classe di Lipardi,mentre le riprese sono state realizzate da Pier Paola Reato. Anche se il tempo avuto a disposizione per le prove è stato esiguo, gli alunni sono stati bravi ed hanno dato il meglio di sé. Ringrazio il dirigente scolastico, prof.ssa Mimma Carlomagno per aver sostenuto questo progetto”. Apprezzamenti sono giunti dal Liceo Classico “Lilla” di Francavilla Fontana (Br), che partecipa, come il Liceo di Venosa, da 4 anni a questo premio. Il prof.Italo Pellegrino, accompagnatore della scuola pugliese, ha riferito: “ho notato nel gruppo di Venosa la forte volontà di riavvicinare Gaber agli studenti ed il legame che correva tra di loro. Mi è piaciuto anche il cortometraggio “Il Segreto”, molto attuale, sottile ed acuto, sia il testo che la sceneggiatura”.