CONDIVIDI

Dal 14 al 17 luglio 4 viaggi nel sapore promossi dal GAL Sviluppo Vulture Alto Bradano. L’enogastronomia della Basilicata è alla Mondadori di via Marghera.

LogoMDCPotenza, 03-07-2015 – È la terra del poeta Orazio, dell’Aglianico, delle passeggiate attorno ai laghi di Monticchio e delle acque minerali di sorgente vulcanica, ma anche dell’olio d’oliva lucano e delle castagne. È il Vulture, l’estremo nord della Basilicata, terra da scoprire, vivere e gustare, anche a Milano. Nell’ambito del programma Fuori Expo dell’APT Basilicata, il GAL – Gruppo Azione Locale Sviluppo Vulture Alto Bradano presieduto da Francesco Perillo promuove a Milano un ciclo di eventi per approfondire la conoscenza di questo territorio ricco di natura, storia e cultura enogastronomica. Dal 14 al 17 luglio l’area ristoro del Mondadori Multicenter (via Marghera 28) ospita quattro “viaggi nel sapore” che hanno luogo dalle 18 alle 21 con ingresso libero.

MARTEDÌ 14 LUGLIO

Primo appuntamento martedì 14 con TourAqua. Turismo Termale Integrato. Si parlerà delle terme di Rapolla approfondendo le doti curative delle acqua salso-solfato-bicarbonato-alcaline del Vulture. A chiudere l’evento, lo show cooking con degustazioni di pesto a base di “Foglie di vite” preparate dallo chef Nicola Batavia in collaborazione con Lucania Promotion.

MERCOLEDÌ 15 LUGLIO

Mercoledì il tema dell’incontro sarà Le culture di un territorio attraverso i prodotti tipici. Organizzato insieme all’Unione dei Comuni Alto Bradano, sarà un’occasione per assaporare i prodotti della tradizione culinaria lucana ricca di gusto pur con ingredienti semplici. Al termine dell’incontro, è previsto un apericena in uno spazio allestito con artigianato locale.

GIOVEDÌ 16 LUGLIO

Il percorso dedicato al Vulture prosegue giovedì 16 con un focus sui Cereali di un Tempo dell’Alto Bradano. Con la guida di un nutrito gruppo di coltivatori locali, si andrà alla scoperta del grano duro Cappelli, varietà antica che non contiene glutine recuperata dopo anni di oblio. Oggi il grano Cappelli è coltivato con agricoltura biologica e utilizzato per la produzione di pasta e pizza adatte anche ai celiaci.

Di tavola si parla anche con Rosa Bernardo autrice, insieme a Vincenzo Di Loreto, del libro in italiano e inglese La cucina Mediterranea nella Tradizione Lucana (Archivia). A conclusione è prevista una degustazione di prodotti della filiera Cappelli.

VENERDÌ 17 LUGLIO

A chiudere il ciclo di appuntamenti, la presentazione del Centro Civiltà dell’Aglianico, parte del Polo Museale di Rionero in Vulture e Museo della Civiltà Contadina che guarda al passato rurale del Vulture attraverso i suoi prodotti simbolo, dal celeberrimo Aglianico – che il New York Times ha definito “il vino per eccellenza” – fino a castagne, formaggio, olio, miele e acqua.

Per l’occasione viene proposto un percorso di degustazione a cura dell’Associazione Nazionale Sommelier intervallato dal racconto dell’Enoteca Regionale di Basilicata.