CONDIVIDI

BandierinaPOTENZA – 650 tonnellate di oli lubrificanti usati raccolte nella Provincia di Potenza nel 2014, su un totale di 1.040 tonnellate recuperate nella Regione Basilicata. Sono i dati resi noti dal Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati nella conferenza stampa che si è tenuta nell’ambito di CircOLIamo, la campagna educativa itinerante che punta a sensibilizzare l’opinione pubblica e le amministrazioni locali sul corretto smaltimento dei lubrificanti usati. Alla manifestazione era presente il vicepresidente del Consiglio regionale della Basilicata, Francesco Mollica: “Il Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati è un ente previsto dalla legge e ha una connotazione giuridica pubblico/privata, quindi deve dialogare di più con le Amministrazioni perché in questa Regione, a distanza di 7 anni dal D.M. del 2008, non solo serve la sensibilizzazione dei bambini, ma bisogna anche sensibilizzare gli adulti, soprattutto gli amministratori locali.

Oggi – continua Mollica – agli Stati Generali degli amministratori locali incontrerò l’Anci regionale e riferirò che i Comuni in Basilicata sono lacunosi perché non hanno firmato alcuna convenzione. Non hanno fatto, cioè, una cosa che è prevista dalla norma, privando il cittadino di un servizio molto importante. Mi farò inoltre carico – aggiunge il Vicepresidente – di stabilire un contatto tra il Coou e il dipartimento agricoltura della Regione Basilicata per stabilire una convenzione affinchè anche i piccoli e medi imprenditori agricoli possano essere aiutati attraverso la postazione di contenitori che servono ad effettuare un corretto smaltimento di questo rifiuto altamente pericoloso. Un altro problema – conclude Mollica – è quello dello stoccaggio e deve essere affrontato: non basta solo conferire ma anche organizzare la raccolta”.

Nel 2014 il Consorzio – che coordina l’attività di 72 aziende private di raccolta e di 5 impianti di rigenerazione – ha raccolto in tutta Italia 167.000 tonnellate di olio lubrificante usato, il 98% del totale raccoglibile. “I risultati sono soddisfacenti – ha spiegato Marco Paolilli, responsabile della rete di raccolta del COOU – ma il nostro obiettivo resta quello di raccoglierne il 100%”. Per questo motivo il Consorzio ha ideato la campagna educativa itinerante CircOLIamo, che in due anni toccherà tutti i capoluoghi di provincia italiani; una campagna a zero emissioni, perché la quantità di CO2 generata sarà compensata attraverso interventi di forestazione in grado di assorbire la CO2 immessa in atmosfera.

“La piccola parte che sfugge ancora alla raccolta – ha continuato Paolilli – si concentra soprattutto nel ‘fai da te’: per intercettarla abbiamo bisogno del supporto dalle amministrazioni locali per una sempre maggiore diffusione di isole ecologiche adibite anche al conferimento degli oli lubrificanti usati”.
Telefonando al numero verde del Consorzio, 800 863 048 o collegandosi al sito www.coou.it, è possibile avere informazioni su come smaltire correttamente il proprio olio usato e il recapito del raccoglitore più vicino.