CONDIVIDI

Potenza, 8 giugno 2012 – Tutto pronto a Moliterno per il concorso di pittura estemporanea “Cromie in loco”, che si terrà nella giornata di sabato 9 giunto nel centro storico del paese. L’iniziativa artistica – promossa dal Comune di Moliterno e dall’Associazione culturale ARCA – ha precisi obiettivi di marketing territoriale, che mirano a far conoscere a quante più persone, all’interno e fuori dai confini lucani, uno dei borghi più belli della Val d’Agri.

Moliterno è dominata dal castello medievale, di epoca normanno-angioina, e dalla possente mole della Chiesa Madre dell’Assunta, riedificata nel XVIII secolo sui resti di una piccola chiesa duecentesca, con un’imponente cupola alta 32 metri opera di Ignazio Iullis, allievo del Vanvitelli. Pregevoli sono anche la Chiesa del Rosario, che è la vecchia cappella del convento domenicano di Grancia della Serra, e la Chiesa di San Biagio, che custodisce la tela settecentesca “Madonna col Bambino tra San Biagio e San Liborio”, realizzata da Paolo De Matteis, celebre allievo di Luca Giordano. Numerosi i palazzi gentilizi e nobiliari, tra cui Palazzo Giliberti, in piazza Vittorio Emanuele, attuale sede municipale, costruito come convento francescano nel XVI secolo.

 “Cromie in loco” vedrà artisti provenienti da diverse regioni cimentarsi nell’esecuzione di un’opera pittorica ispirata agli scorci più belli e suggestivi del centro storico di Moliterno. I concorrenti, dopo essersi collocati in un punto qualsiasi del paese a loro più gradito, potranno iniziare a dipingere già nella tarda mattinata, proseguendo fino al far della sera. Prima dell’inizio della manifestazione il programma prevede visite ai luoghi più significativi del paese sotto il profilo storico ed artistico, con l’ausilio di guide locali, per consentire agli artisti e ad i loro accompagnatori di conoscere e apprezzare a pieno i luoghi da ritrarre.

Durante le ore in cui i pittori saranno al lavoro, il pubblico potrà seguirli nell’evolversi delle loro creazioni, assistendo al farsi delle opere. Al termine della giornata avverrà il ritiro delle tele, che saranno poi valutate da una giuria di esperti costituita dai componenti della redazione della rivista specialistica “In Arte Multiversi”. I tre artisti più meritevoli verranno annunciati nel corso della cerimonia di premiazione, in programma in serata. Il premio in palio per il vincitore è di 500 euro.