CONDIVIDI
Convegno Fast a Foggia
Convegno Fast a Foggia

Foggia, 30-09-2014 – Assenti eccellenti la Regione Basilicata e il sindaco di Potenza, che avevano assicurato la loro presenza, e assente ingiustificata, ancora una volta, la Regione Puglia al convegno organizzato dalla Fast-Confsal di Puglia e Basilicata sui temi strategici di mobilità e ambiente. L’incontro si è svolto venerdì 26 Settembre a Foggia, a cura della segreteria regionale Fast Confsal, avendo come tema la Cooperazione transregionale dei due territori, e ha visto ampia partecipazione di pubblico e di intervenuti, tutti interessati alle direttrici di sviluppo.

Presenti il sindaco di Foggia Franco Landella, il Presidente della Commissione Ambiente e Territorio del Comune di Foggia, il consigliere Pasquale Cataneo, e la dirigenza della Fast Confsal, nelle persone del segretario nazionale Pietro Serbassi, del segretario organizzativo nazionale Angelo D’Ambrosio e del segretario regionale di Puglia e Basilicata Vincenzo Cataneo. A moderare, il giornalista Filippo Santigliano.

Tuttavia, resta confermata la presenza della Regione Basilicata al tavolo tecnico, dal momento che l’assessore all’Ambiente e Territorio della Regione Basilicata, Aldo Berlinguer, ha fatto recapitare agli organizzatori una relazione nella quale si ribadisce l’utilità della continuazione del dibattito già avviato nei mesi scorsi e si conferma la disponibilità per ogni ulteriore collaborazione e per dare vita a una cabina di regia formata da istituzioni, parti sociali e imprese sul tema.

Tra i temi sviscerati la questione dei depuratori di Capitanata gestiti da Pura srl, che non istituisce un servizio di reperibilità dei lavoratori peggiorando notevolmente, di fatto, la situazione delle acque reflue in provincia di Foggia, come testimoniano le recenti inchieste della Procura della Repubblica.
Poi si parla di mobilità, con la questione dell’aeroporto Gino Lisa di Foggia, recentemente oggetto delle cronache per le proposte di una enigmatica società che si sarebbe fatta avanti, ma che resta ancora impantanato tra il rilascio del VIA e l’antica questione dell’allungamento della pista. In questo caso, ancora una volta, l’assenza della Regione Puglia si fa eloquente.

E poi si parla di strade, infrastrutture e mobilità sostenibile.
Abbiamo una desueta linea San Severo – Termoli a binario unico da tempo immemore, la tratta ferroviaria Foggia – Potenza che, forte degli investimenti della Regione Basilicata, potrebbe essere potenziata da subito, se solo la Regione Puglia rispondesse all’appello, per favorire il transito di merci e lavoratori anche dalla zona industriale di San Nicola di Melfi.

E poi, come spiega il consigliere comunale Pasquale Cataneo, la questione dell’alta velocità che, fermandosi a Cervaro, di fatto bypasserà la città di Foggia, facendoci fuori, per l’ennesima volta, da una infrastruttura che potrebbe essere, una volta per tutte, volano per l’economia e il turismo della Capitanata (si pensi al Gargano, che dista diverse ore dal primo aeroporto utile), con ricadute su tutto il territorio regionale-Convincente e pressante l’intervento del sindaco di Foggia Franco Landella, che in prima persona, rispondendo a ogni quesito con chiarezza, alza la posta e si fa promotore di una iniziativa che non lascia scampo. Non un dibattito, questa volta, ma un tavolo tecnico che coinvolga i sindaci del potentino e possa

Nella mattinata di venerdì, invece, sempre nella stessa sede, si è concluso anche il congresso regionale di Fast Puglia, durante il quale sono stati illustrati i risultati dei congressi provinciali di Bari e Foggia, nominate le commissioni interne ed eletti il neo-segretario regionale di Fast Ferrovie Puglia Vincenzo Cataneo e il delegato nazionale Michele Cataneo, entrambi foggiani.
Durante la serata premiati gli allievi dell’Istituto Einaudi-Grieco di Foggia, che hanno curato il catering