CONDIVIDI

Anche quest’anno in occasione del Venerdì Santo si rinnova la tradizione della Via Crucis animata dai giovani della comunità filianese.
La manifestazione giunta alla 28esima edizione, organizzata dall’Associazione Pro Loco di Filiano, in collaborazione con la Parrocchia “Maria SS. del Rosario”, con il contributo dell’A.P.T. Basilicata e con il patrocinio del Comune di Filiano, avrà inizio il giorno 6 aprile a partire dalle ore 17:30, partendo come di consueto dal sagrato della Chiesa di “Maria SS. del Rosario” dove gli abili interpreti metteranno in scena il processo intentato dal Sinedrio ebraico a Gesù Cristo.
Successivamente la processione si snoderà lungo gli spazi ed i vicoli caratteristici del centro storico, in cui verranno rappresentate ogni singola tappa della passione di Cristo, fino ad arrivare alla collinetta di rione Parco. Qui la tragedia ha il suo epilogo con l’emozionante crocifissione del Cristo accanto ai due ladroni ed infine la solenne deposizione del Nostro Redentore.
Grazie alla preziosa regia di Vito Sabia – storico organizzatore della manifestazione – circa sessanta figuranti in costume d’epoca, con impegno ed abnegazione, raccontano l’unica vera storia dalla nascita dei mondi, e riportano gli attenti spettatori all’epoca dei fatti, immedesimandosi nei personaggi e trasmettendo emozioni che riescono a coinvolgere il pubblico nel dramma storico della passione.
«Lungi dal voler spettacolarizzare quello che rimane uno dei Misteri fondanti della nostra fede, questo appuntamento, oramai atteso da tutta la comunità di Filiano e dai paesi viciniori, – dichiara il presidente della Pro Loco Nicola Martinelli – lascia in chi lo vive una traccia indelebile in quanto si viene come presi per mano, senza finti coinvolgimenti, e calati per qualche istante nel pieno del mistero stesso.»

Il Presidente
Nicola Martinelli