CONDIVIDI

Teorema_PasoliniBologna – Dialogo con Roberto Chiesi, Gualtiero De Santi e Davide Ferrari, Piero Mioli interviene su La messa da Requiem di Mozart colonna musicale del film Teorema. Presiede Marco Macciantelli. Con un intervento video di Marco Antonio Bazzocchi. Per il settantesimo anniversario della Festa Nazionale de l’Unità che si tiene a Bologna, la Casadeipensieri2015, associazione culturale di Bologna, in collaborazione con il Centro Studi- Archivio Pier Paolo Pasolini della Fondazione Cineteca di Bologna, organizza una tavola rotonda su Teorema, l’opera che Pier Paolo Pasolini concepì nel 1966 in forma di piéce teatrale, per poi decidere di assegnarle, due anni più tardi, la forma di romanzo e, pochi mesi dopo, di film. Scritto e girato nel 1968, Teorema al tempo stesso prefigura e supera la contestazione studentesca del Maggio, perché immagina la dissoluzione della borghesia in conseguenza dell’impatto con un dio (o un diavolo) misterioso e ineffabile, che sconvolge le identità dei membri di una famiglia benestante di Milano con la violenza rivelatrice del sesso. Il romanzo, recentemente ristampato da Garzanti, anticipa per alcuni versi il grande progetto narrativo incompiuto di Petrolio e si basa su un’alchimia fra brani narrativi scarnificati e testi lirici di grande forza poetica. Il film è il primo di Pasolini ad essere completamente calato nel mondo borghese e presenta un linguaggio di assoluta libertà stilistica, dove a brani puramente visionari si alternano altri lineari e didascalici, appunto seguendo l’andamento di un teorema dimostrativo. Il film costituisce anche una delle più alte prove d’attrice di Laura Betti, che vinse la Coppa Volpi quale miglior attrice alla Mostra del Cinema di Venezia del 1968, dove Pasolini si rifiutò di partecipare al concorso. Parleranno del romanzo, del film e dell’epoca in cui uscì, delle polemiche roventi che suscitò, quarantasette anni dopo, Roberto Chiesi, responsabile del Centro Studi-Archivio Pier Paolo Pasolini della Fondazione Cineteca di Bologna, Gualtiero De Santi professore di Letterature Comparate all’Università di Urbino e studioso di Pasolini da decenni, Davide Ferrari, poeta e saggista, curatore del volume
Pasolini e Bologna (1995), con un intervento video di Marco Antonio Bazzocchi dell’Università di Bologna, mentre Piero Mioli interverrà su La messa da Requiem di Mozart, colonna musicale del film. Moderatore dell’incontro sarà Marco Macciantelli.

70 anni della Festa Nazionale de l’Unità – Bologna 2015
Casadeipensieri2015
Centro Studi – Archivio Pier Paolo Pasolini                                                                                                                               della Fondazione Cineteca di Bologna
Mercoledì 29 aprile 2015, ore 21
Libreria, Parco della Montagnola, Bologna