CONDIVIDI

Banner festivalPotenza, 06-10-2014 – Il format è quello già definito nelle ultime due edizioni che hanno messo fine al tradizionale concorso nazionale di musica leggera. Ma per l’edizione 2014 del Festival di Potenza (serata conclusiva 29 novembre, Auditorium Conservatorio di Potenza), in vista della scadenza per le iscrizioni fissata al 23 ottobre prossimo, l’organizzatore Mario Bellitti ha ancora novità per accrescerne la qualità artistica e il “posizionamento” tra gli eventi di spettacolo. Per ora solo qualche anticipazione. Vogliamo puntare – dice Bellitti – sull’opportunità di contaminazione tra generi di musica e spettacolo e sullo scambio di professionalità ed esperienze. Per questo abbiamo due sezioni, la prima riservata ai professionisti, vale a dire artisti che fanno spettacoli e l’altra agli emergenti che si stanno già muovendo nel mondo della musica e che necessitano di perfezionamento, studio, sostegno da parte di operatori del settore.

Un gradito ritorno dopo qualche anno di assenza è quello di Tullio Pizzorno compositore-autore che nel suo percorso artistico-professionale ha collaborato con numerosi artisti di primo piano tra cui, innanzitutto, Mina (Di vista, Musica per lui e La fretta nel vestito, le canzoni scritte per lei), senza dimenticare le canzoni scritte per Linda e i Collage, la musica da film, il jazz e il lavoro con Niels Lan Doky e più di recente la collaborazione nell’ultimo album di Alberto Radius (Banca d’Italia). Nel suo sesto album personale – “Charisma” – Tullio tira fuori il linguaggio musicale più maturo ed intimistico intriso di attualità e sentimenti che è diretto. Una sorta di rap di classe, nel senso che la ricercatezza delle parole e delle melodie ne fanno un risultato unico e di qualità per orecchie fini. La prova più forte è la canzone che dà il nome al Cd. Charisma – canta Tullio – è “il dono in più. E’ un riflettore. Una siringa di buonumore… E anche se hai ragione, per la gente se tu non hai carisma non hai niente…”.

Bellitti e lo staff di artisti ed operatori che lo affianca sta svolgendo da settimane incontri con testimonial della musica internazionale per definire il dettaglio del programma della 14esima edizione che sarà presentata da Daniele Perini. L’obiettivo ambizioso ma non certo impossibile – rivela Bellitti – è quello del format originale che stiamo mettendo a punto e che registra la riconferma, dopo lo scorso anno, dell’impegno della Fox Production&Music di trasmettere il Festival in circa 80 televisioni locali di tutt’Italia. Questo per noi è il modo migliore per far diventare la vetrina di Potenza un palcoscenico nazionale. E tra i progetti insieme al Laboratorio artistico l’organizzazione di master, in collaborazione sinergica già collaudata negli anni con la Cd&M Record di Giuseppe Sacco, l’ASMEA, con autori, compositori, musicisti di fama internazionale per offrire ai giovani emergenti l’opportunità di crescere e di competere e di trasmettere quel carisma a cui fa riferimento Tullio.
Il regolamento e la scheda di’iscrizione del Festival di Potenza 2014 al sito www.festivaldipotenza.com.